Copa América 2015

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 25.11.14 - 17:47

Immagine




Sarà Cile-Ecuador la gara inaugurale della Copa América 2015, la 44/a edizione del torneo per Nazionali più antico del mondo.

Come da qualche edizione a questa parte, a far compagnia alle dieci sudamericane ci saranno due squadre del Centro e Nord America: Giamaica e Messico.
Gli appassionati di calcio possono stare tranquilli, dopo la fine di campionati e coppe, potranno “consolarsi” con un torneo in cui saranno impegnati campioni del calibro di Vidal, Sánchez, Messi, Agüero, Tévez, Neymar, Cavani, Rodríguez e Falcao.




Ecco la composizione dei tre gironi:

GIRONE A
Cile
Ecuador
Messico
Bolivia



GIRONE B
Argentina
Uruguay
Paraguay
Giamaica

GIRONE C
Brasile
Colombia
Perù
Venezuela
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 25.11.14 - 17:51

IL CALENDARIO DELLA COPA AMERICA 2015

GRUPPO A Copa America 2015

11 giugno 2015 ore 20:30 - Cile-Ecuador, Santiago
12 giugno 2015 ore 20:30 - Messico-Bolivia, Viña del Mar

15 giugno 2015 ore 18:00 Ecuador-Bolivia, Valparaíso
15 giugno 2015 ore 20:30 Cile-Messico, Santiago

19 giugno 2015 ore 18:00 Messico-Ecuador, Rancagua
19 giugno 2015 ore 20:30 Cile-Bolivia, Santiago



GRUPPO B Copa America 2015

13 giugno 2015 ore 16:00 Uruguay-Giamaica, Antofagasta
13 giugno 2015 ore 18:30 Argentina-Paraguay, La Serena

2015-copa-america-logo16 giugno 2015 ore 18:00 Paraguay-Giamaica, Antofagasta
16 giugno 2015 ore 20:30 Argentina-Uruguay, La Serena

20 giugno 2015 ore 16:00 Uruguay-Paraguay, La Serena
20 giugno 2015 ore 18:30 Argentina-Giamaica, Viña del Mar



GRUPPO C Copa America 2015

14 June 2015 16:00 Colombia-Venezuela, Rancagua
14 June 2015 18:30 Brasile-Perú, Temuco

17 June 2015 20:30 Brasile-Colombia, Santiago
18 June 2015 20:30 Perú-Venezuela, Valparaíso

21 June 2015 16:00 Colombia-Perú, Temuco
21 June 2015 18:30 Brasile-Venezuela, Santiago

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

FASE A ELIMINAZIONE Copa America 2015

Quarti di finale
24 giugno 2015 ore 20:30
Vincente Gruppo A vs Migliore terza

25 giugno 2015 ore 20:30
Seconda gruppo A vs Seconda gruppo C

26 giugno 2015 ore 20:30
Vincente Gruppo B vs Seconda migliore terza

27 giugno 2015 ore 20:30
Vincente Gruppo C vs Seconda Gruppo B

Semifinale
29 June 2015 ore 20:30
30 June 2015 ore 20:30

Finale terzo posto
3 Luglio 2015 ore 20:30

Finale Copa America 2015
4 luglio 2015 ore 17:00
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Josefa8094
Panchinaro
Panchinaro
Messaggi: 4
Iscritto il: 06.01.15 - 07:30
Contatta:

Copa América 2015

Messaggio da Josefa8094 » 06.01.15 - 07:42

Ecco una lista dei primi 10 vincitori paesi.
Uruguay: 15 titoli negli anni 1916, 1917, 1920, 1923, 1924, 1926, 1935, 1942, 1956, 1959, 1967, 1983, 1987, 1995 e 2011
Argentina: 14 titoli negli anni 1921, 1925, 1927, 1929, 1937, 1941, 1945, 1946, 1947, 1955, 1957, 1959, 1991 e 1993
Brasile: 8 titoli negli anni 1919, 1922, 1949, 1989, 1997, 1999, 2004, 2007
Paraguay: 2 titoli negli anni 1953 e 1979
Perù: 2 titoli negli anni 1939 e 1975
Colombia: 1 grado per l'anno: 2001
Bolivia: 1 titolo nel 1963
Quale paese pensi che sia il vincitore finale 2016 ?

http://losfansdeleofutbol.wordpress.com ... a-america/

Avatar utente
Italia2015
Panchinaro
Panchinaro
Messaggi: 19
Iscritto il: 29.12.14 - 07:35
Località: Milan
Contatta:

Copa América 2015

Messaggio da Italia2015 » 09.01.15 - 04:19

Josefa8094 ha scritto:Ecco una lista dei primi 10 vincitori paesi.
Uruguay: 15 titoli negli anni 1916, 1917, 1920, 1923, 1924, 1926, 1935, 1942, 1956, 1959, 1967, 1983, 1987, 1995 e 2011
Argentina: 14 titoli negli anni 1921, 1925, 1927, 1929, 1937, 1941, 1945, 1946, 1947, 1955, 1957, 1959, 1991 e 1993
Brasile: 8 titoli negli anni 1919, 1922, 1949, 1989, 1997, 1999, 2004, 2007
Paraguay: 2 titoli negli anni 1953 e 1979
Perù: 2 titoli negli anni 1939 e 1975
Colombia: 1 grado per l'anno: 2001
Bolivia: 1 titolo nel 1963
Quale paese pensi che sia il vincitore finale 2016 ?

http://losfansdeleofutbol.wordpress.com ... a-america/
:fico: Argentina :fico:
Andrea Pirlo sarà sempre il capo.

Immagine

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 11.06.15 - 05:45

Una parata di stelle degna di un Mondiale. Come d'altronde può definirsi la Coppa America che parte dopodomani in Cile e che vedrà sfidarsi gente del calibro di Messi, Neymar, Higuain, Cavani, Falcao, J.Rodriguez, Sanchez, Tevez, Vidal, solo per citare alcuni dei grandi 'calibri' che cercheranno di finire al meglio una stagione per alcuni - Messi e Neymar su tutti - già stratosferica?

Quella che parte quando sarà giovedì notte in Italia (Cile-Ecuador) è l'edizione n.44 del torneo per nazionali più vecchio del mondo e che si concluderà il 4 luglio con la finale di Santiago.
Dieci le nazionali sudamericane presenti, più le due 'ospiti, Messico e Giamaica, suddivise nei tre gironi che definiranno le migliori 8 per i quarti di finale. Tante le stelle attese per questo appuntamento (con 25 'italiani' in campo), con gli occhi puntati naturalmente sulle due superstar Messi e Neymar, leader indiscussi delle due nazionali favorite alla vigilia, anche se il torneo sarà una vetrina indiscussa per i nuovi fenomeni che si affacciamo alla ribalta (Bolanos, Rolan, De Arrascaeta, Henriquez, Carrillo) e anche in ottica calciomercato.

Campione in carica è l'Uruguay ma che in questo torneo sarà orfano della sua stella Luis Suarez che deve ancora scontare le nove giornate di squalifica per il morso a Giorgio Chiellini. I vicecampioni del mondo sono davanti a tutti sulle lavagne degli scommettitori, d'altronde come dar loro torto quando il 'Tata' Martino può annoverare, oltre al 4 volte Pallone d'Oro, gente come Tevez, Higuain e Aguero là davanti? Il problema sarà vedere come arriverà all'appuntamento Leo Messi che ha già 60 partite al suo attivo quest'anno, senza dimenticare che il torneo è sempre stato ostico per l'Albiceleste che ha vinto l'ultima Coppa America nel lontano 1993, con l'aggravante di due finali consecutive perse. Insomma, una piccola maledizione che cercherà di non interrompere l'outsider per eccellenza, ovvero il Brasile chiamato a risorgere dopo la 'botta' del Mondiale perso in casa.

L 'onta del 7-1 contro la Germania rimarrà indelebile come l'altra 'tragedia' sportiva del 1950, ma certamente vincere la terza Coppa America delle ultime quattro edizioni aiuterebbe Carlos Dunga che per questo appuntamento ha saggiamente calibrato forze fresche (Danilo, Fabinho, Neto, Coutinho, Firmino) e veterani (Luiz, Thiago Silva, Tardelli, Robinho).

Dietro alle due regine, attenzione a Cile e Colombia, tra le grandi sorprese del Mondiale brasiliano. I padroni di casa, forti di ottimi giocatori come Vidal, Vargas e Sanchez (cui si aggiunge il ritorno di Pizarro) avranno dalla loro parte il calore del pubblico e un grande tecnico come Jorge Sampaoli. La Colombia sarà invece chiamata alla conferma dopo l'exploit al Mondiale. Pekerman può contare su un attacco stellare (Falcao, Martinez, Bacca, Gutierrez, Ibarbo e Muriel) e su un impianto di gioco collaudato. Subito dietro troviamo i campioni in carica che, senza il 'pistolero', dovranno affidarsi a Cavani e all' emergente De Arrascaeta, tra i più attesi alla vetrina cilena.

Il Paraguay cercherà di bissare il grande torneo del 2011 (finale) puntando sull'usato sicuro: gli over 30 Santa Cruz, Origoza, Barrios e Valdez. L'albo d'oro vede l'Uruguay in testa con 15 titoli, davanti all'Argentina (14) e Brasile (8)
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 11.06.15 - 05:47

Da qualche settimana le migliaia di italiani interessati a vedere live la prossima Coppa America si erano rassegnati a rifugiarsi nel pur splendido servizio online di Youtube, dove l’intera manifestazione verrà trasmessa in HD. però RCS ha annunciato di aver acquisito i diritti per il torneo, che così andrà in onda per intero in uno dei pochi paesi nel quale i diritti erano rimasti invenduti. Gazzetta Tv (canale 59 del DT o 5059 per chi usa decoder Sky) trasmetterà tutte le partite live più varie repliche in giornata.
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 11.06.15 - 06:13

Girone A

Cile: I padroni di casa, dopo aver ben figurato ai mondiali, puntano alla vittoria. I punti di forza sono Bravo, capitano e vincitore del triplete con il Barcellona, Vidal, leader della squadra, Mati Fernandez e Alexis Sanchez. Ci si aspetta molto anche da Medel che ha fatto vedere tanto nel mondiale brasiliano ma che poi si è perso quest’anno all’Inter.

Portieri: Claudio Bravo (Barcellona, Spagna), Johnny Herrera (Un. de Chile), Paulo Garcés (Colo-Colo)

Difensori: Gonzalo Jara (Magonza, Germania), Gary Medel (Inter, Italia), Mauricio Isla (QPR, Inghilterra), Eugenio Mena (Cruzeiro, Brasile), José Rojas (Un. de Chile), Miiko Albornoz (Hannover 96, Germania)

Centrocampisti: Jean Beausejour (Colo-Colo), Arturo Vidal (Juventus, Italia), Matías Fernández (Fiorentina, Italia), Jorge Valdivia (Palmeiras, Brasile), Carlos Carmona (Atalanta, Italia), David Pizarro (Fiorentina, Italia), Charles Aránguiz (Internacional, Brasile), Felipe Gutiérrez (Twente, Olanda), Marcelo Díaz (Amburgo, Germania)

Attaccanti: Alexis Sánchez (Arsenal, Inghilterra), Edu Vargas (QPR, Inghilterra), Mauricio Pinilla (Atalanta, Italia), Edson Puch (Huracán, Argentina), Ángelo Henríquez (Dinamo Zagabria, Croazia)



Messico: i messicani si presentano con una squadra rinnovata, composta da giocatori che vestono da poco la maglia della nazionale. In difesa il veronese Rafa Marquez porta esperienza e sicurezza. Occhio al madrileno Jimenez.

Portieri: Josè Corona (Cruz Azul), Alfredo Talavera (Deportivo Toluca), Meliton Hernandez (Tiburones)

Difensori: Julio Dominguez (Cruz Azul), Hugo Ayala (Tigres), Rafael Marquez (Hellas Verona, Italia), Carlos Salcedo (Guadalajara), Juan Valenzuela (Atlas), Gerardo Flores (Cruz Azul), Adrian Aldrete (Santos Laguna), George Corral (Queretaro), Efrain Velarde (Monterrey)

Centrocampisti: Juan Carlos Medina (Atlas), Javier Guemez (Tijuana), Marco Fabian (Guadalajara), Luis Montes (Leon), Javier Aquino (Rayo Vallecano, Spagna), Mario Osuna (Queretaro)

Attaccanti: Jesus Manuel Corona (Twente, Olanda), Raul Jimenez (Atletico Madrid, Spagna), Enrique Esqueda (Tigres), Vicente Vuoso (Chiapas), Eduardo Herrera (Universidad Nacional)



Ecuador: l’assenza di Valencia, esterno del Manchester United è sicuramente rilevante e potrebbe cambiare il destino degli uomini di Quinteros.

Portieri: Alexander Domínguez (Liga de Quito), Esteban Dreer (Emelec), Librado Azcona (Independiente del Valle).

Difensori: Juan Carlos Paredes (Watford, Inghilterra), Frickson Erazo (Gremio, Brasile), Gabriel Achilier (Emelec), Jhon Narváez (Emelec), Oscar Bagüí (Emelec), Walter Ayoví (Pachuca), Arturo Mina (Independiente del Valle), Mario Pineida (Independiente del Valle).

Centrocampisti: Christian Noboa (PAOK, Grecia), Renato Ibarra (Vitesse, Olanda), Michael Arroyo (América, Messico), Pedro Quiñónez (Emelec), Osbaldo Lastra (Emelec), Fidel Martínez (Pumas), Jonathan Gonzáles, (Universidad de Guadalajara), Juan Cazares (Banfield, Argentina).

Attaccanti: Enner Valencia (West Ham, Inghilterra), Jaime Ayoví (Godoy Cruz), Jefferson Montero (Swansea, Inghilterra), Miller Bolaños (Emelec).



Bolivia: il sorteggio è stato benevolo. Può puntare al passaggio del girone per giocarsi le proprie carte negli scontri diretti

Portieri: Suarez (Blooming), Quinonez (Bolivar),Penarrieta (Pedrolero de Yacuiba)

Difensori: Raldes (Oriente Petrolero), M. Bejarano (Oriente Petrolero), Rodriguez (Bolivar), Zenteno (Wilstermann), Eguino (Bolivar), Hurtado (Blooming), Morales (Blooming), Coimbra (Blooming)

Centrocampisti: Campos (Bolivar), Chumacero (The Strongest), Escobar (The Strongest), Veizaga (The Strongest), D. Bejarano (Oriente Petrolero), Miranda (Bolivar), Lizio (Club Deportivo O’Higgins, Cile), Smedberg-Dalence (Goteborg, Svezie), Gamarra (Milan, Italia)

Attaccanti: Moreno (Changchun Yatai, Cina), Pedriel (Mersin, Turchia), Pena (Oriente Petrolero)



GIRONE B

Argentina: insieme al Brasile è la favorita assoluta. Si affida alla classe di Messi che con la nazionale ha sempre mancato il grande appuntamento. Dopo il secondo posto al mondiale brasiliano deve vincere.

Portieri: Sergio Romero (Sampdoria, Italia), Nahuel Guzmán (Tigres), Mariano Andújar (Napoli, Italia).

Difensori: Pablo Zabaleta (Manchester City, Inghilterra), Facundo Roncaglia (Genoa, Italia), Ezequiel Garay (Zenit, Russia), Martín Demichelis (Manchester City, Inghilterra), Nicolás Otamendi (Valencia, Spagna), Marcos Rojo (Manchester United, Inghilterra), Milton Casco (Newell's).

Centrocampisti: Javier Mascherano (Barcellona, Spagna), Lucas Biglia (Lazio, Italia), Éver Banega (Siviglia, Spagna), Roberto Pereyra (Juventus, Italia), Fernando Gago (Boca Junior), Ángel Di María (Manchester United, Inghilterra), Erik Lamela (Tottenham, Inghilterra), Javier Pastore (PSG, Francia).

Attaccanti: Lionel Messi (Barcellona, Spagna), Sergio Agüero (Manchester City, Inghilterra), Carlos Tevez (Juventus, Italia), Ezequiel Lavezzi (PSG, Francia), Gonzalo Higuaín (Napoli, Italia).



Uruguay: campione in carica senza il giocatore più forte della squadra: Luis Suarez, fresco di triplete catalano, è bloccato a causa del morso a Chiellini nell’ultimo mondiale. La squadra è comunque completa e può bissare il successo di 4 anni fa.

Portieri: Muslera (Galatasaray, Turchia), Munoz (Libertad, Paraguay), Silva (Vasco da Gama, Brasile)

Difensori: Gimenez (Atletico Madrid, Spagna), Godin (Atletico Madrid, Spagna), Fucile (Nacional), Corujo (Universidad de Chile, Cile), A. Pereira (Estudiantes, Argentina), Coates (Sunderland, Inghilterra), M. Pereira (Benfica, Portogallo), Gaston Silva (Torino, Italia).

Centrocampisti: Rodriguez (Atletico Madrid, Spagna), Giorgian de Arrascaeta (Cruzeiro, Brasile), Lodeiro (Boca Junior, Argentina), G. Pereira (Universidad de Chile, Cile), Arevalo Rios (Tigres, Messico), Sanchez (River Plate, Argentina), Gonzalez (Torino, Italia).

Attaccanti: Hernandez (Hull City, Inghilterra), Rolan (Bordeaux, Francia), Stuani (Espanyol. Spagna), Cavani (PSG, Francia), J. Rodriguez (Benfica, Portogallo).



Paraguay: Questi i 23 del tecnico argentino Ramon Diaz. I punti di forza sono i 3 veterani Santa Cruz, Justo Villar e Paulo da Silva.

Portieri: Justo Villar (Colo Colo, Cile), Silva (Independiente Medellín, Colombia), Aguilar (Guaraní).

Difensori: Cáceres (Newell’s Old Boys, Argentina), Paulo Da Silva (Toluca, Messico), Pablo Aguilar (América, Messico), Balbuena (Libertad), Valdez (Cerro Porteño, Paraguay), Iván Piris (Udinese, Italia), Samudio (América, Messico).

Centrocampisti: Ortigoza (San Lorenzo, Argentina), Cáceres (Flamengo, Brasile), Martínez (América, Messico), Molinas (Libertad), Aranda (Olimpia), Ortiz (Toluca, Messico), Romero (Racing, Argentina).

Attaccanti: Santa Cruz (Cruz Azul, Messico), Haedo Valdez (Eintracht Francoforte, Germania), Bobadilla (Augsburg, Germania), Barrios (Montpellier, Francia), Benítez (Toluca, Messico), González (Basilea, Svizzera).



Giamaica: nulla da chiedere a questa competizione se non uscire a testa alta senza prendere imbarcate.

Portieri: Thompson (Pittsburgh, USA), Oriel Kerr (Sarpsborg, Norvegia), Aubyn Miller (Syrianska, Svezia)

Difensori: Morgan (Leicester City, Inghilterra), Taylor (Houston Dynamo, USA), Anthony Hector (Reading, Inghilterra), Gordon (Karlsruher, Germania), Mariappa (Crystal Palace, Inghilterra), Hughan Gray (Waterhouse), Lawrence (New York Red Bulls, USA).

Centrocampisti: Rodolph Austin (Leeds, Inghilterra), Joel Grant (Yeovil Town, Inghilterra), Laing (Fc Edmonton, Canada), McCleary (Reading, Inghilterra), McAnuff (Leyton Orient, Inghilterra).

Attaccanti: Ottey (Mobay United), Barnes (Houston Dynamo, USA), Mattocks (Vancouver, Canada), Dawkins (Derby County, Inghilterra), Brown (Valarenga, Norvegia), Romeo Parkes (Isidro Metapan, El Salvador), Williams (Mobay United).



GIRONE C


Brasile: dopo il fallimento del mondiale di “casa” questa squadra deve assolutamente riscattarsi. Dunga lascia a casa Dani Alves e Felipe Anderson e si affida alle nuove leve. Neymar stella assoluta. Torna Robinho che da quanto è tornato al Santos sembra essere tornato quello di Madrid e Manchester.

Portieri: Jefferson (Botafogo), Diego Alves (Valencia, Spagna), Marcelo Grohe (Gremio)

Difensori: Danilo (Porto, Portogallo), Fabinho (Monaco, Francia), Filipe Luis (Chelsea, Inghilterra), Marcelo (Real Madrid, Spagna), Thiago Silva (PSG, Francia), Miranda (Atletico Madrid, Spagna), David Luiz (PSG, Francia), Marquinhos (PSG, Francia)

Centrocampisti: Luiz Gustavo (Wolfsburg, Germania), Fernandinho (Manchester City, Inghilterra), Elias (Corinthians), Casemiro (Porto, Portogallo), Willian (Chelsea, Inghilterra), Everton Ribeiro (Al Ahly, Emirati), Douglas Costa (Shakhtar Donetsk, Ucraina), Coutinho (Liverpool, Inghilterra)

Attaccanti: Neymar (Barcelona, Spagna), Robinho (Santos), Roberto Firmino (Hoffenheim, Germania), Diego Tardelli (Shandong Luneng, Cina)



Perù: una squadra che potrebbe dare fastidio a Colombia e Brasile nel passaggio ai quarti di finale. Da non sottovalutare.

Portieri: Diego Penny (Sporting Cristal), Gallese (Juan Aurich), Libman (Un. César Vallejo)

Difensori: Advíncula (Vitória Setúbal, Portogallo), Ramos (Juan Aurich), Yotún (Malmoe, Svezia), Zambrano (Eintracht Francoforte, Germania), Céspedes (Juan Aurich), Riojas (Un. César Vallejo), Pedro Requena (Un. César Vallejo)

Centrocampisti: Vargas (Fiorentina, Italia), Ballón (Sporting Cristal), Lobatón (Sporting Cristal), Hurtado (Paços Ferreira, Portogallo), Retamoso (Real Garcillaso), Cueva (Alianza Lima), Ascues (Melgar), Sánchez (Un. San Martín), Carrillo (Sporting Lisbona, Portogallo)

Attaccanti: Claudio Pizarro (Bayern Monaco, Germania), Farfán (Schalke 04, Germania), Guerrero (Flamengo, Brasile), Reyna (RB Lipsia, Germania)



Colombia: può essere inserita con diritto fra le pretendenti alla vittoria. Ha un parco attaccanti fra i migliori al mondo con un Carlos Bacca quest’anno esploso definitivamente.

Portieri: Ospina (Arsenal, Inghilterra), Vargas (Nacional), Bonilla (La Equidad).

Difensori: Carlos Valdés (Nacional, Uruguay), Zapata (Milan, Italia), Murillo (Granada, Spagna), Camilo Zúñiga (Napoli, Italia), Pablo Armero (Flamengo), Darwin Andrade (Standard Liegi, Belgio), Santiago Arias (PSV Eindhoven, Olanda), Pedro Franco (Besiktas, Turchia).

Centrocampisti: Mejía (Monterrey, Messico), Carlos Sánchez (Aston Villa, Inghilterra), Cardona (Monterrey, Messico), Valencia (Santos, Brasile), James Rodríguez (Real Madrid, Spagna), Juan Cuadrado (Chelsea, Inghilterra).

Attaccanti: Bacca (Siviglia, Spagna), Jackson Martínez (Porto, Spagna), Muriel (Sampdoria, Italia), Falcao (Manchester United, Inghilterra), Ibarbo (Roma, Italia), Gutierrez (River Plate, Argentina).



Venezuela: il genoano Rincon e il torinese Martinez hanno dimostrato, durante l’arco di questa stagione, di essere giocatori completi e, insieme agli altri “europei” della squadra, possono fare bella figura.

Portieri: Baroja (Caracas), Hernández (Tenerife), Faríñez (Caracas).

Difensori: Rosales (Malaga), Wilker Ángel (Deportivo Táchira), Alexander González (Thun, Svizzera), Vizcarrondo (Nantes, Francia), Perozo (Ajaccio, Francia), Túñez (Buriram United, Thailandia), Amorebieta (Fulham, Inghilterra), Cichero (Mineros de Guayana)

Centrocampisti: Tomás Rincón (Genoa. Italia), Lucena (Deportivo La Guaira), Luis Seijas (Independiente Santa Fe, Colombia), Guerra (Atlético Nacional, Colombia), César González (Deportivo Táchira), Vargas (Baliskersispor, Turchia), Juan Arango (Xolos Tijuana, Messico), Murillo (Zamora)

Attaccanti: Fedor (Rayo Vallecano, Spagna), Josef Martínez (Torino, Italia), José Rondón (Zenit San Pietroburgo, Russia), Santos (NEC Nijmegen, Olanda)
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 12.06.15 - 06:38

Non stecca la prima in casa il Cile di Sampaoli, che fatica ma riesce ad avere la meglio di un Ecuador caparbio e organizzato, capace di dare non poco filo da torcere ai padroni di casa.

Apre le marcature Vidal con un rigore dubbio procurato dallo stesso juventino e chiude il conto l’ex Napoli Vargas. Unica nota stonata della serata l’espulsione ingenua a tempo scaduto per Mati Fernandez.

Cronaca Cile-Ecuador – Bastano poco più di 80 secondi ai padroni di casa per scaldare subito il pubblico dell’Estadio Nacional: il Mago Valdivia lavora un ottimo pallone per Sanchez, che si libera del difensore ma pecca di superficialità davanti a Dominguez. Ancora l’ex Udinese due minuti dopo, sempre servito in profondità da Valdivia, stavolta prova il pallonetto, intercettato con facilità dal portiere. Nonostante il primo quarto d’ora di impasse, l’undici di Quinteros si ricompatta, puntando sulle ripartenze veloci di Jefferson Montero

. Sampaoli si fa sentire e la Roja imbastisce un’ottima azione con il terzetto Valdivia-Sanchez-Isla, con l’ex Juventus che arriva sul fondo e mette in mezzo; fa ancora ottima guardia Dominguez. Si abbassano i ritmi e la Tricolor ne beneficia, trovando più spesso il modo per infilare la difesa avversaria: si rende pericolosa soprattutto da calcio da fermo, come al 32esimo, quando dagli sviluppi di un corner Fidel Martinez si ritrova solo davanti la porta. Bravo però è un gatto e con un guizzo sventa la minaccia. Quando però il Cile decide di accelerare sono dolori per la difesa ecuadoregna: Vidal libera col tacco Isla, palla in mezzo che carambola su Noboa, bravo ad allontanare in rovesciata con Beausejour in agguato. La Roja si accende e un minuto dopo è ancora Mauricio Isla a creare, stavolta combinando con Sanchez e tentando il sinistro a giro che si spegne di poco sul fondo.

Mischia le carte Sampaoli all’intervallo, inserendo Edu Vargas per un evanescente Beausejour, ma è ancora una volta l’Ecuador a banchettare in area cilena: la palla buona arriva da Bolanos sui piedi di Valencia, che da ottima posizione spara a lato graziando Bravo. L’attaccante del West Ham è una spina nel fianco per la distratta difesa del Cile e al minuto 61 infila ancora una volta in velocità la retroguardia avversaria chiamando il portiere all’ennesimo miracolo. Nel momento di difficoltà Alexis Sanchez si prende la squadra sulle spalle: il niño maravilla riceve palla a centrocampo e pesca Vargas sul filo del fuorigioco.
L’ex Napoli libera la conclusione potente che Dominguez respinge con i pugni. La svolta arriva al 65esimo, quando Bolanos ingenuamente tocca Vidal in area e Pitana indica il dischetto: il guerriero juventino si incarica della battuta e non sbaglia, facendo esplodere il pubblico del Nacional. Quinteros alla disperata inserisce sia Quinonez sia Ibarra, ma è sempre il solito Valencia a sfiorare il gol: Ayovi alza il lob a centro area, Valencia sale in quota e di testa stampa la sfera sulla traversa, con Bravo stavolta poco lucido e reattivo. L’Ecuador sogna il pareggio, ma la doccia gelata arriva all’84esimo: errore banale in disimpegno per la Tricolor, Sanchez trova Vargas nello spazio e con un destro preciso non lascia scampo al portiere. Finale agrodolce però per il Cile, con Mati Fernandez che, in pieno recupero, si vede sventolare il secondo giallo dopo un brutto intervento a metà campo su Paredes.



CILE (4-3-1-2): Bravo; Isla, Medel, Jara, Mena; Aranguiz (dall’85’ Pizarro), Diaz, Vidal; Valdivia (dal 67′ Fernandez); Sanchez, Beausejour (dal 45′ st Vargas). Allenatore: Sampaoli.

ECUADOR (4-2-3-1): Dominguez; Paredes, Achilier, Erazo, Ayovi; Noboa, Lastra (dal 67′ Quinonez), Garcia; Martinez (Dall’89’ Ibarra), Bolanos, Montero; Valencia. Allenatore: Quinteros.

MARCATORI: Vidal rig. (C, 65′), Vargas (C, 84′)

AMMONITI: Martinez (E, 24′), Jara (C, 33′), Lastra (E, 42′), Fernandez (C, 74′)

ESPULSI: Fernandez (C, 93′)

ARBITRO: Nestor Fabian Pitana (Arg)
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 13.06.15 - 06:11

Copa America 2015, Messico-Bolivia 0-0: occasione sprecata per Herrera, nel primo tempo palo di Pedriel


Dopo il successo all’esordio dei padroni di casa sull’Ecuador, Messico-Bolivia chiude la prima giornata del gruppo A della Copa America 2015. Dopo aver chiuso entrambe all’ultimo posto nella fase a gironi dell’edizione precedente in Argentina, le due nazionali cercano punti importanti per cominciare nel migliore dei modi il cammino in Cile e centrare quantomeno la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta.

La nazionale messicana, allenata da Herrera, si presenta ai nastri di partenza priva di nomi importanti quali Hernandez, Ochoa, Herrera e Dos Santos, per via della Copa de Oro in programma a luglio in Canada e Stati Uniti. Spazio quindi a Herrera e Vuoso in fase offensiva, con Jesus Manuel Corona, Guemez e Medina sulla linea di centrocampo. Difesa composta da Flores, Dominguez, Marquez, Ayala e Aldrete con Jesus Corona tra i pali. La Bolivia risponde puntando sulla stella Marcelo Moreno, che sarà affiancato da Pedriel con Campos a fare da trequartista. In mezzo al campo spazio a Smedberg-Dalence, nato in Svezia ma naturalizzato boliviano dal 2014; poi Morales e Chumachero completano la linea di centrocampo. In difesa infine partiranno dal primo minuto Hurtado, Zenteno, Bejarano e l’esperto Raldes, 34enne con 81 presenze alle spalle con la nazionale boliviana. Quinonez sarà il portiere della Verde.

La prima frazione comincia con la formazione messicana che avanza alla ricerca di un’occasione pericolosa non riuscendo però a trovare molto spazio grazie alla difesa boliviana che riesce ad arginare. All’undicesimo minuto Medina prova la conclusione per il Messico ma il pallone esce di molto fuori lo specchio della porta. Due minuti dopo risponde la Bolivia che va vicinissima al vantaggio con Pedriel ma la sfera va a colpire il palo sinistro salvando gli uomini di Herrera. Dopo un buon momento da parte della formazione boliviana a centrocampo e in difesa è il Messico a trovare la conclusione al 24′ con Flores che entra in area dalla destra andando al tiro col sinistro ma trovando l’estremo difensore avversario pronto ad evitare la rete. Al 32′ Bejarano becca il primo giallo dell’incontro per un fallo su Corona che non passa inosservato per il direttore di gara. In una prima parte di gioco avara di occasioni arriva al 42′ l’occasione della Bolivia con Campos che da limite dell’area prova la conclusione centrando lo specchio ma trovando Corona che salva la propria porta mandando la sfera in angolo.

La ripresa si apre con il Messico che va al tiro dopo quattro minuti dal rientro sul terreno di gioco: Corona viene servito bene da Vuoso e tutto solo entra in area mancando la porta calciando oltre il palo destro. Medina qualche minuto più tardi riceve un buon pallone ma l’estremo difensore boliviano anticipa l’attaccante della nazionale messicana evitando un’azione pericolosa a due passi dalla porta. Ancora Medina al 56′ cerca il tiro a giro da mandare sotto l’incrocio ma calcia la sfera alta sopra la traversa.

Buona comunque la prestazione della Bolivia ma è il Messico che si rende pericoloso. Al 60′ entra in campo Raul Jimenez, lasciato in panchina dal mister della nazionale centroamericana, andando a sostituire Herrera. Al 62′ Moreno trova spazio davanti a sè dopo un errore da parte di Dominguez ma il tiro dell’attaccante boliviano è un po’ lento non mettendo paura al portiere Corona. Al minuti 67′ colpo di testa di Raul Jimenèz che sfiora il gol mandando il pallone oltre il palo destro. Ancora Messico con un tiro di Aquino ma Quinonez blocca senza problemi. Il ct Herrera passa al 4-4-2 dall’entrata di Jimenèz cercando in questo modo di andare maggiormente sotto porta avversaria, riuscendo nell’intento ma non in quello di insaccare a rete. Al 76′ Aquino cade nell’area boliviana reclamando il rigore ma il direttore di gara fa cenno al centrocampista di rialzarsi. All’82’ Monter calcia una punizione sulla fascia destra, una mischia in area di rigore vede prevalere Vuoso ma il suo tiro viene deviato in corner, mancando l’ennesimo gol da parte del Messico. Alla fine la difesa boliviana riesce a mantenere il pareggio chiudendo sullo 0-0 un match gestito bene.

Il pareggio ottenuto è il secondo nella storia dei precedenti tra queste due compagini: entrambi si sono conclusi 0-0 (il primo datato 1993 anche qui nella fase a gironi). L’altro precedente risale al 1997 e vide la Bolivia prevalere sul Messico (3-1) in semifinale.


TABELLINO

MESSICO – BOLIVIA 0-0

MESSICO (5-3-2): J. Corona; Flores, Dominguez, Marquez (65′ Aquino), Ayala, Aldrete; Medina (80′ Montes), Güemez, J. M. Corona; Herrera (61′ Jimenèz), Vuoso. A disposizione: Hernandez, Talavera, Corral, Esqueda, Fabian,, Montes, Osuna, Salcedo, Valenzuela, Velarde. Allenatore: Herrera

BOLIVIA (4-3-1-2): Quinonez; Hurtado, Raldes, Zenteno, M. Bejarano; Smedberg-Dalence, Morales, Chumachero, Campos (71′ Escobar); Moreno, Pedriel (85′ Bejarano). A disposizione: Penarrieta, Suarez, Veizaga, Coimbra, Gamarra, Rodriguez, Miranda, Eguino, Lizio, Pena. Allenatore: Soria


ARBITRO: Enrique Caceres (Paraguay)

AMMONITI: 33′ Bejarano D. (B); 88′ Escobar (B); 89′ Flores (M)

ESPULSI:

RECUPERI: 1’+4′.
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 14.06.15 - 05:45

Argentina-Paraguay 2-2: Barrios beffa Messi nel finale



Domina per gran parte della partita l’Argentina di Martino, che va avanti con Aguero e Messi per poi dilapidare tutto nella ripresa. Accorcia le distanze Valdez con una sassata da fuori e poi, a tempo scaduto, Lucas Barrios regala la gioia più grande al popolo paraguaiano.

Faticano ad accendersi i 18 mila dello stadio La Portada di La Serena, complice una partita che sonnecchia nei minuti iniziali, nonostante la quantitò di stelle presenti in campo, soprattutto nella metà campo albiceleste. La prima ad accendersi è Di Maria, che impegna il portiere Silva con un calcio d’angolo insidioso sul primo palo. Fanno fatica sia la coppia d’attacco Messi-Aguero, sia il terzetto di centrocampo: al quarto d’ora però la Pulce si accende, avviando l’azione in pieno stile rugby della squadra di Martino. Palla tesa messa in mezzo da Rojo e staffilata dal limite di Mascherano, Messi prova a metterci il piede, ma il pallone finisce fuori di pochissimo con Silva fuori causa. Ci riprova l’Argentina, con il flaco Pastore che trova con il goniometro Aguero in profondità,

Samudio però è bravissimo a chiudere la diagonale e l’albiroja si salva ancora. Concede pochissimo l’undici di Ramon Diaz, grazie soprattutto al lavoro dei due esterni di attacco, Valdez e Bobadilla, che ripiegano a supporto di centrocampo e difesa. Ci vuole un pasticcio della difesa paraguaiana per sbloccare lo 0 a 0: Samudio rinviene su Messi e appoggia all’indietro sul portiere. Il passaggio calibrato male è preda di Aguero, che indisturbato dribbla l’estremo difensore e deposita in rete il più facile dei gol. Va in fantumi il piano tattico di Diaz e al 35esimo arriva un’altra doccia gelata, con Di Maria steso in area e l’arbitro sicuro fischia il rigore. Dal dischetto il sinistro chirurgico di Messi non sbaglia e il campione del Barcelona si regala così il primo gol assoluto in Copa America.

Con gli uomini di Martino rilassati per il doppio vantaggio, l’orgoglio del Paraguay si scuote e dopo dieci minuti dall’inizio della ripresa Valdez arriva sul fondo e trova il centro dell’area, ma è bravo Romero ad agguantare al volo il pallone. Messi torna a fare la voce grossa in attacco, duettando elegantemente con Pastore e trovando ancora una volta sulla sua strada un Silva piazzato perfettamente a negargli la doppietta. Dall’altra parte Valdez non vuole alzare bandiera bianca e prima fa le prove generali centrando in pieno Romero, poi al minuto 60 riceve palla e con il destro infila il portiere della Samp con una grandissima conclusione da fuori.

La risposta, come al solito, è affidata a Leo Messi, che palla al piede semina mezza squadra avversaria mancando però di precisione al momento del diagonale decisivo. Altro giro altra occasione, stavolta sul destro di Pastore che chiama Silva al miracolo sulla violentissima conclusione di destro dell’ex Palermo. Si accende improvvisamente la partita, con occasioni che fioccano da ambo le parti: si salva Romero in due occasioni, quando Caceres non arriva sul cros di Gonzalez, poi sono Messi e Di Maria a impegnare severamente Silva. Ci prova all’80esimo anche Rojo sottomisura dagli sviluppi di calcio d’angolo, ma il tiro del terzino finisce di poco alto sopra la traversa. Martino inserisce Tevez e Higuain per mettere in ghiaccio il risultato, ma a trovare il jolly è Ramon Diaz che butta nella mischia Lucas Barrios. L’ex Dortmund a tempo scaduto da vero rapace d’area si fa trovare al posto giusto al momento giusto e infila con una rasoiata mancina l’incolpevole Romero per il 2 a 2 finale.

TABELLINO DELLA PARTITA

ARGENTINA(4-3-3): Romero; Rojo, Otamendi, Garay, Roncaglia; Mascherano, Pastore (dal 75′ Tevez), Banega (dall’81’ Biglia); Di Maria, Messi, Aguero (dal 75′ Higuain). A disposizione: Andujar, Biglia, Casco, Demichelis, Gago, Guzman, Lamela, Lavezzi, Pereyra, Tevez, Zabaleta. Allenatore: Martino.

PARAGUAY(4-3-3):Silva; Caceres M., Da Silva, Aguilar P., Samudio; Ortiz (dal 46′ Gonzalez), Caceres V., Ortigoza; Bobadilla (dal 66′ Benitez), Valdez, Santa Cruz (dall’80’ Barrios). A disposizione: Aguilar A., Aranda, Balbuena, Barrios, Benitez, Gonzalez, Martinez, Molinas, Piris, Romero, Valdez B. Allenatore: Diaz.

MARCATORI: Aguero (A,27′), Messi rig. (A,36′), Valdez (P,61′), Barrios (P,90′)

AMMONITI: Aguilar (P,24′), Ortiz (P,39′), Roncaglia (A,41′), Gonzalez (P,48′), Caceres (P,74′), Otamendi (A,83′), Barrios (A,90′)

ESPULSI: –

ARBITRO: Wilmar Roldan (Col)
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 14.06.15 - 05:47

Uruguay – Giamaica 1-0: una Celeste sbiadita ringrazia C. Rodriguez

La terza giornata della Copa America 2016 si è aperta con i campioni in carica dell’Uruguay, che nella prima gara del Gruppo B ha sfidato l’esordiente Giamaica, imponendosi per 1-0. La rete decisiva, che regala alla Celeste la vittoria alla gara d’esordio che mancava dal 2001, porta la firma dell’ex Parma Cristian Rodriguez. Alla nazionale giamaicana l’onore delle armi per l’ottima prestazione.

Prime battute di gara all’insegna dell’equilibrio, con i caraibici che si fanno preferire per dinamismo ed intensità a sopperire i limiti tecnici. Al 18′ ci prova l’Uruguay, ma Rodriguez buca l’impatto sul cross basso di Cavani dalla destra; è l’unico squillo di un primo tempo gradevole per ritmo e agonismo, ma senza grosse occasioni da rete, fatta eccezione per il sinistro di Rodriguez (37′) ben parato da Kerr e un destro ciccato da Mattocks 2′ più tardi a tu per tu con Muslera.

Al 7′ della ripresa, la gara si sblocca: su sponda aerea di Gimenez, l’ex Parma Cristian Rodriguez trova il tap-in vincente di destro e fa 1-0. La reazione giamaicana arriva al 60′ con Barnes, che, favorito da un’errore della difesa, non trova la rete a porta sguarnita; 4′ dopo, provvidenziale Godin in chiusura. La Giamaica insiste e sfiora il apri al 75′ con la girata di testa di Barnes, larga di poco; la spinta dei ragazzi di Schafer non si placa con il passare dei minuti e l’Uruguay è costretto a subire una serie di pericolosi calci d’angolo, prima di alleggerire la pressione con Stuani, che all’88’ ha la palla del 2-0 ma la spreca malamente. Nei minuti finali, gli uomini di Tabarez gestiscono la gara e portano a casa tre punti importanti in ottica passaggio del turno, aspettando Argentina-Paraguay.

IL TABELLINO DELLA GARA:

URUGUAY (4-4-2): Muslera; Maxi Pereira, Gimenez, Godin, A. Pereira; Sanchez (dal 73′ Stuani), Arevalo Rios, Lodeiro (dall’86’ A. Gonzalez), Rodriguez (dal 64′ De Arrascaeta); Rolan; Cavani. Allenatore: Tabarez

GIAMAICA (5-3-2): Kerr; Mariappa, Morgan, Hector, Lawrence , McAnuff; Austin, McCleary, Dawkins (dal 54′ Laing); Barnes, Mattocks (dal 75′ Brown). Allenatore: Schafer

Arbitro: Josè Argote (VEN)

Marcatori: C. Rodriguez (U, 52′)

Ammoniti: McAnuff (G, 27′), Gimenez (U, 59′), Godin (U, 84′)
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 14.06.15 - 06:01

Gerardo Tata Martino, in sala stampa, ha commentato così il pareggio beffardo dell'Argentina contro il Paraguay di Ramon Diaz: "E' stata una partita dai due volti. Abbiamo controllato il gioco per almeno 50' prima di andare in difficoltà e perdere il controllo. Le occasioni per chiudere il match ci sono state ma quello che dobbiamo rivedere sono anche gli altri errori.
Tuttavia il nostro approccio alle partite non deve cambiare perché questa per larghi tratti l'abbiamo dominata. Dobbiamo ripartire da tutto ciò che abbiamo fatto nel primo tempo. Oggi è stato davvero un peccato chiudere la gara con un pareggio. Avremmo potuto vincere 5-2 con tutte le palle gol create, invece abbiamo pareggiato 2-2".
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 15.06.15 - 05:34


Brasile – Perù 2-1: Douglas Costa al 92′ fa esplodere i verdeoro



Termina 2-1 la seconda gara del Gruppo C tra Brasile e Perù. Agli uomini di Gareca non basta Cueva, Neymar e D.Costa ribaltano il risultato



– Partenza a razzo per le due squadre con il Perù che si porta in vantaggio già al 3′: Cueva sfrutta un incredibile errore di David Luiz ed infila Jefferson portando i suoi sullo 0-1. Neanche il tempo di festeggiare e il Brasile trova già il pareggio: Neymar sfrutta un bell’assist di Fabinho e rimette in gara i suoi al quinto minuto. Partita davvero entusiasmante nei primi minuti di gioco. Durante la fase centrale del primo tempo, il Brasile prova a far male alla difesa peruviana ma sono gli uomini di Gareca a rendersi maggiormente pericolosi in contropiede. La prima frazione di gioco termina con un pareggio tutto sommato giusto per quello visto in campo. Nella ripresa, la partita si incattivisce e l’arbitro è costretto ad utilizzare i cartellini. Nei primi minuti, però, Neymar sfiora il grande gol con un tiro a giro dai 25 metri che si stampa sulla traversa. Davvero sfortunato il giovane attaccante del Barcellona in quest’occasione. I verdeoro provano in ogni modo a portarsi in vantaggio ma sprecano occasioni colossali prima con il subentrato Douglas Costa e poi con Willian. Quando il pareggio sembrava ormai scritto, però ‘O’Ney’ sale in cattedra e al 90’+2 apparecchia perfettamente per Douglas Costa che solo in area non può sbagliare. Davvero un gol liberatorio per i tifosi brasiliani che finalmente possono esultare e gioire per una vittoria che ormai sembrava essere irraggiungibile.

IL TABELLINO DEL MATCH:

Brasile (4-2-3-1): Jefferson; Dani Alves, Miranda, David Luiz, Filipe Luis; Elias, Fernandinho; Willian (dall’86’ Ribeiro), Fred (dal 75′ Firmino), Tardelli (dal 66′ D. Costa); Neymar. Allenatore: Dunga.

Perù (4-2-3-1): Gallese; Advíncula, Zambrano, Ascues, Vargas (dall’88’ Yotun); Ballón, Lobatón, Cueva (dall’82’ Reyna), Sánchez; Farfán (dall’83’ Carrillo), Guerrero. Allenatore: Gareca.

Marcatori: 3′ Cueva (P), 5′ Neymar (B) 90+2 Douglas Costa (B)

Ammoniti: 30′ Guerrero (P), 45′ Neymar (B), 54′ Filipe Luis (B), 84′ J. Vargas(P)

Espulsi: nessuno

Arbitro: Roberto Garcia Orozco
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 15.06.15 - 05:36

Colombia – Venezuela 0-1: Rondon condanna i Cafeteros


La prima giornata del Gruppo C di Copa America si è aperta questa sera (ore 16.00 locali) con la gara tra Colombia e Venezuela; i Cafeteros, tra i principali candidati alla vittoria del torneo, hanno esordito con una sconfitta per 1-0 determinata dal gol, segnato nel secondo tempo, da Salomon Rondon.

Prima parte di gara godibile ed equilibrata con la Colombia che spinge (a ritmi troppo bassi) e il Venezuela che preferisce abbassarsi per coprire gli spazi e provare a sfruttare la profondità di Rondon. La prima chance è per i vinotintos: al 26′ Arango fa filtrare per Guerra che si vede negare la gioia del gol dall’ottimo riflesso di Ospina. Il duello si ripete al 42′, quando l’attaccante ci prova in acrobazia ma l’estremo difensore dell’Arsenal non si fa sorprendere. Gli uomini di Pekerman approcciano la ripresa in maniera più volitiva, incrementando il pressing ma senza produrre particolari pericoli dalle parti di Baroja, anzi al 60′ il Venezuela passa: sponda aerea di Guerra, frustata di testa di Rondon e palla in rete. I Cafeteros stentano a reagire concretamente e la prima occasione buona se la ritrova sui piedi il neo entrato Gutierrez (73′), che spreca da buona posizione; a cavallo del 78′, le migliori opportunità per i colombiani: prima James Rodriguez impegna Baroja, che poi si ripete su Cardona. Poi dal corner che ne scaturisce, Zapata sfiora il tap-in vincente.
Nell’assedio finale, piuttosto confuso, la Colombia non trova lo spunto vincente: il Venezuela contiene senza affanni e può festeggiare i primi 3 punti della propria Copa America.






IL TABELLINO DELLA GARA:

COLOMBIA (4-4-2): Ospina; Zuniga, Zapata, Murillo, Armero (dall’82 J. Martinez); Valencia, J. Rodriguez, Sanchez (dal 63′ Cardona), Cuadrado; Bacca (dal 72′ T. Gutierrez), Falcao. Allenatore: Pekerman

VENEZUELA (4-2-3-1): Baroja; Rosales, Vizcarrondo, Tunisia, Amorebieta; Seijas (dal 74′ Lucena), Rincon; Arango (dall’86’ Cichero), Vargas (dal 78′ Gonzalez); Rondon, Guerra. Allenatore: Sanvicente

Arbitro: Cunha (URU)

Marcatori: Rondon (V, 60′)

Ammoniti: Seijas (V, 19), Amorebieta (V, 25′), C. Sanchez (C, 54′), Zapata (C, 71′), Lucena (V, 73′, dalla panchina), Vizcarrondo (V, 83′), J. Rodriguez (C, 86′)
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Avatar utente
Meridiano
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Messaggi: 170276
Iscritto il: 31.08.05 - 11:11
Nome: Francesco
Skype: ciccioarcidiacono
Località: Catania
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: Copa América 2015

Messaggio da Meridiano » 15.06.15 - 05:48

Dopo la vittoria per 2-1, il ct del Brasile, Dunga ha elogiato il Perù e Neymar: "Neymar è stato decisivo ma anche Dani Alves per l'assist che gli ha servito e Douglas Costa che ha realizzato il gol decisivo. E in generale tutti. Il Perù ha grandi possibilità di passare se gioca come ha fatto in questa gara. Ci ha creato problemi, ha giocato con velocità e con gli attaccanti che ha potrebbe creare molti problemi a tutte le squadre", ha detto Dunga.
IL TRAPIANTO E' VITA!

:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2010/11
:cup1: LFV-A-1^Div. Apertura 2011/12
:cup1: LFV-A-1^Div. Clausura 2012/13

Pulvirenti & Pitino fuori dal Calcio Catania

Bloccato
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1275: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Torna a “Calcio”